Scheda sintetica

  • Punto di partenza e di arrivo: parcheggio Valgoglio (circa1150 m)
  • Dislivello complessivo: circa 1400 m (sola salita)
  • Distanza percorsa: circa 12.5 km
  • Tempo impiegato: circa 3 ore e 20 minuti per la salita al Madonnino;
  • Punti di appoggio: Baita Cernello (1956 m); casa dei guardiani dell’ ENEL (circa 1810 m); Capanna Lago Nero (1970 m; nelle vicinanze ma non lungo il percorso)
  • Materiale consigliato: normale da escursionismo invernale, ramponi e piccozza
  • Difficoltà: EE (sentieri CAI 268, 228, 230; creste nevose)
  • Traccia GPS: download

 

Per questa salita dobbiamo recarci sino alla frazione Bortolotti di Valgoglio. Raggiunto il luogo, abbiamo a disposizione pochi parcheggi liberi, altrimenti, poco più sopra, c'è un recente ampio parcheggio a pagamento (circa 1150 m). Se parcheggiamo nei parcheggi liberi, seguiamo la strada a lato della conduttura dell'ENEL, altrimenti, dal parcheggio superiore, seguiamo una traccia con le indicazioni per la Capanna Lago Nero, che confluisce poco dopo nella medesima strada. Seguiamo quindi il segnavia 268/228, che risale dapprima il bosco, rimanendo vicino alla tubatura della centrale ENEL, poi confluisce in una mulattiera e, infine, risale con comodi gradini un tratto molto ripido continuando a zigzagare attorno alla tubatura dell'ENEL. Così facendo, raggiungiamo il pianoro che ospita le case dei guardiani dell'ENEL (circa 1810 m). Ora, seguendo le indicazioni su una palina segnaletica, prendiamo la traccia 230 per la Baita Cernello e il Passo Portula. Il segnavia ci conduce con un ampio semicerchio a guadagnare le creste della Costa d'Agnone, prosecuzione della cresta est del Monte Madonnino. Raggiunte le creste, proseguiamo con la dovuta attenzione sino a raggiungere la selletta da cui parte la rampa finale alla vetta del Madonnino. Qui, a seconda della neve presente, possiamo cercare di seguire il tracciato del sentiero estivo, oppure salire diretti rimanendo possibilmente vicini al filo di cresta alla nostra destra. In ogni caso, così facendo, ci porteremo fin sulla cresta sommitale, pochi passi a nord rispetto alla vetta, che in breve potremo raggiungere (2501 m; statuetta della Madonna). La discesa viene effettuata per la medesima via seguita in salita

Ecco alcune foto di questa escursione:


Il percorso

Alla partenza

Alla diga del Cernello; al centro, coperto di neve, si vede il Madonnino

004310

La Baita Cernello

006307

Oltre le creste del Pizzo Ceppo, si vedono Redorta e Coca

Verso est, la Presolana

009305

Sulla Costa d'Agnone

L'ultima rampa per la vetta

Ciao!

013284

La Val Seriana e la conca del lago d'Iseo

Pizzo Pradella

Nelle foschie, si vede anche Montisola

L'alta Val Seriana

018247

019245

020253

Comments (0)

Loli Back to the Top

Banner
Wherever you go, whatever you do... just smile!

Yuri Parimbelli: la Guida Alpina per la tua escursione!

Banner
Se vi serve una Guida Alpina contattate Yuri: è bravissimo!!! Visitate la sua pagina Facebook!

Insegnanti per il Nepal

Banner
Insegnanti per il Nepal: sostieni anche tu il progetto in ricordo di Roby!
VisitValBrembana
Banner
Sito dedicato alla promozione del territorio brembano, delle sue ricchezze e delle attività ricettive e di servizio della Valle
Explore Romania
Per aiutarti a programmare un fantastico viaggio in una terra ricca di cultura, paesaggi ed emozioni!

Il sito www.le mieorobie.com utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information