Scheda sintetica

  • Punto di partenza e di arrivo: Fondi di Schilpario (circa 1250 m)
  • Dislivello complessivo: circa 1300 m (sola salita)
  • Distanza percorsa: circa 13.5 km
  • Tempo impiegato: circa 3 ore e 30 min (sola salita)
  • Punti di appoggio: Rifugio Cimone della Bagozza (1580 m)
  • Materiale consigliato: normale da scialpinismo; utili piccozza e ramponi nel canale e sulla pala finale
  • Difficoltà: BSA+
  • Traccia GPS: download

Per questa salita, ci si deve recare in auto fino alla località Fondi di Schilpario (1250 m), sulla statale che sale al Passo del Vivione. Da qualche anno il parcheggio è a pagamento e si paga all'addetto lungo la strada (5 euro al giorno). Dai Fondi, prendiamo a risalire la strada per il Passo del Vivione, tagliando ove possibile i tornanti per prati e boschetti. Raggiunto il Rifugio Cimone della Bagozza (circa 1580 m), poco sotto l'edificio, una palina ci indirizza su una mulattiera (segnavia 417). Seguiamo il percorso della mulattiera sino a raggiungere la Malga dei Campelli bassa (1640 m). Poco oltre la malga si abbandona la stradina per seguire una traccia che si stacca sulla destra (attenzione: non ci sono paline segnaletiche) che ci conduce fin sotto al canalone che scende dal Cimone (percorso visibile e intuibile dalla malga). Una volta raggiunta la base del canalone, si risale con ampi zigzag lo stesso, sino a raggiungere con un ultimo strappo il Passo delle Ortiche (2292 m), dove conviene in ogni caso lasciare gli sci. Anche l'ultimo tratto prima del passo può essere utile affrontarlo coi ramponi e senza sci. Dal Passo delle Ortiche, piegando a destra (sud), su balze di erba, neve e roccette (a seconda dell'innevamento), in circa venti minuti di salita a tratti esposta (ramponi e piccozza!), seguendo i bolli ove possibile, si raggiunge la panoramica vetta con grossa croce in metallo (2409 m; croce abbattuta a terra). Il rientro avviene con le dovute cautele sino al Passo delle Ortiche; quindi ci si abbassa nel canalino, che in un primo tratto è chiuso e ricco di rocce affioranti e, quando questo si apre, possiamo calzare gli sci e goderci una bella discesa su neve che si conserva a lungo farinosa!

Prestare attenzione soprattuto nel tratto da fare a piede dal Passo delle Ortiche fino alla vetta che, pur non presentando difficoltà tecniche, è particolarmente esposto ed insidioso.

Ecco alcune foto di questo giretto in compagnia di Riccardo


Il percorso

Verso la Malga Campelli

003338

Il Cimone e il canalone da salire

005340

Escursionisti che scendono dal canalone del Mengol

007330

Nella parte alta del canale

Verso la fine si inerpica un poco

Qui conviene procedere a piedi

Torrione Nino e parte finale del canale

La scomoda traccia dal Passo delle Ortiche verso la vetta

013308

014305

015307

016274

017272

018268

Verso la Concarena

Passo Campelli

Valle di Scalve

Valle Camonica

Adamello

Concarena

Gente che sale!

026176

Gente che sale da ogni lato

028177

029176

Foto aerea

031143

Foto ricordo con Riccardo

Giù: si scende!

Ciao Cimone!

035141

E qui il link ad un video fatto col drone.

Comments (0)

Loli Back to the Top

Banner
Wherever you go, whatever you do... just smile!

Yuri Parimbelli: la Guida Alpina per la tua escursione!

Banner
Se vi serve una Guida Alpina contattate Yuri: è bravissimo!!! Visitate la sua pagina Facebook!

Insegnanti per il Nepal

Banner
Insegnanti per il Nepal: sostieni anche tu il progetto in ricordo di Roby!
VisitValBrembana
Banner
Sito dedicato alla promozione del territorio brembano, delle sue ricchezze e delle attività ricettive e di servizio della Valle

Il sito www.le mieorobie.com utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information