Ulti Clocks content
Statistiche
Salto Triplo
Il DVD delle Cascate del Serio
Banner
Alpe Editrice
Casa editrice specializzata in testi di montagna
Banner


Scheda sintetica

  • Punto di partenza e di arrivo: Diga di Campomoro (circa 2000 m)
  • Dislivello complessivo: circa 1800 m (sola salita)
  • Distanza percorsa: circa 22 km
  • Tempo impiegato: circa 4 ore e 45 minuti la salita; circa 5 ore la discesa
  • Punti di appoggio: Rifugio Carate Brianza (2636 m); Rifugio Marinelli Bombardieri (2813 m); Rifugio Bignami (2401 m)
  • Materiale consigliato: ramponi e anche una piccozza leggera
  • Difficoltà: EE-A (F--) non ci sono particolari difficoltà, ma si parla di un percorso in ambiente d’alta quota e si cammina su ghiacciaio
  • Traccia GPS: download

 

Per questa escursione bellissima escursione, dobbiamo raggiungere la diga di Campo Moro, qualche chilometro sopra Lanzada. Sempre affascinate anche solamente la strada che consente di raggiungere questo luogo. Arrivati alla diga, posteggiamo possibilmente nel primo parcheggio (circa 1995 m), in alternativa ci sono altre possibilità di posteggio poco più in su. Lasciata l’auto, dal primo parcheggio seguiamo le indicazioni poste sulle apposite paline segnaletiche e prendiamo il sentiero che, attraversando la diga, si dirige ai rifugi Carate Brianza e Marinelli Bombardieri. Oltrepassata la diga, la traccia sale ripida sul versante sud del Monte Moro, per andare a scollinare nella valle adiacente. A questo punto, procediamo quasi in piano, sino a portarci sotto al Rifugio Carate Brianza, che raggiungiamo con un ultimo strappo un po’ più ripido sulle vecchie morene glaciali (2636 m). Pochi metri sopra al rifugio, raggiungiamo la Bocchetta delle Forbici, dove la vista si apre verso l’imponente gruppo del Bernina e il paesaggio diventa decisamente glaciale. Da qui, seguendo le indicazioni poste su una palina, seguiamo per il Rifugio Marinelli Bombardieri che, senza difficoltà, raggiungiamo (2813 m). Dal rifugio, la Punta Marinelli è ben visibile verso est. Seguiamo quindi le indicazioni per il Rifugio Marco e Rosa ma, prima di raggiungere il Passo Marinelli Occidentale, seguiamo a destra (est) le indicazioni poste su un’altra palina, per il Passo Marinelli Orientale. Al Passo (3120 m), ci spostiamo verso destra (est) per andare a prendere la larga cresta che scende dalla Punta Matinelli e, seguendola, raggiungiamo senza difficoltà la vetta (3182 m; statuetta della Madonna). Per il rientro, se non vogliamo fare a ritroso il percorso dell’andata, dobbiamo ritornare al passo ed abbassarci sulla Vedretta di Fellaria Ovest. Il percorso sembra abbastanza sicuro perché non sono evidenti crepacci. Una volta sulla vedretta avremmo due possibilità: o puntiamo ad una marcata sella verso est (circa a 2800 m) per andare a prendere il Sentiero Glaciologico Marson (ma non è ben segnato e non si capisce dove passare, almeno: facendolo in discesa si fatica a trovare il passaggio); oppure puntiamo ad una sella più a sud, quotata 3000 m) con un evidente omino di pietre. Raggiuntala, ci abbassiamo con cautela sul versante opposto, cercando di seguire i triangoli gialli e i bolli bianchi che ci indicano il percorso meno scomodo. Alla base dei ripidi sfasciumi incrociamo nuovamente il percorso dell’Alta Via e quindi, sull’ora comodo sentiero scendiamo verso est fino a raggiungere il Rifugio Bignami (2401 m). Dal rifugio, nuovamente, abbiamo due possibilità per ritornare all’auto: un sentiero che scende a destra del Lago di Gera e uno che scende a sinistra. Il primo è più lineare e più diretto. Il secondo, invece, si abbassa con un semicerchio alle spalle del rifugio, costeggia il lago, sale ad un alpeggio, si abbassa nuovamente per aggirare dei roccioni, sale un’altra volta e infine scende sino allo sbarramento della diga. Scesi alla base della diga, raggiungiamo quindi la stradina in asfalto, che seguiamo, costeggiando il bacino inferiore, sino a raggiungere il posteggio dove abbiamo lasciato la macchina.

Ecco qualche foto di questo stupendo giro ad anello:


Il percorso

Attraversiamo la diga di Campo Moro

Il sentiero sale ripido sul costone a lato del bacino

004358

Visuale salendo; quello a destra è il Pizzo Scalino

Aggirato il costone, si entra nell'altra valle e si sale verso la Bocchetta delle Forbici; nel cerchiolino c'è il Rifugio Carate Brianza

007351

Indietro si vedono gli impianti della Cima Motta

Il rifugio Carate

010347

Alla Bocchetta delle Forbici

Al centro dell'immagine il Pizzo Sella; più a destra il Pizzo Roseg; tutto a destra il Monte Scerscen

013328

014324

015326

016291

Da Sinistra: Roseg; Scerscen; Bernina (freccia); Rifugio Marco e Rosa (cerchiolino); Cresta Guzza; Pizzo Argient

018285

019283

Verso il rifugio Marinelli Bombardieri (nel cerchio)

021243

022241

023242

Al rifugio Marinelli Bombardieri

La in fondo spunta il Disgrazia

026191

027192

028192

Credo che questa sia la Valle di Scerscen

030193

031156

032156

033155

Alle spalle del rifugio la Punta Marinelli è ben visibile

035154

Al Passo Marinelli Orientale; la cima è quella sulla destra

Il Disgrazia

Un altro escursionista è già in cresta

Dall'altro lato del passo; quelli a sinistra sono i Palù

Sulla larga cresta

041104

042104

Nel cerchiolino il Marinelli

In fondo a sud si vedono le Orobie; a sinistra il Coca; a destra il Diavolo

Il Pizzo Scalino

04690

Sotto ai Palù si vede il ghiacciaio di Fellaria

I've got the tune!

Però: che pancetta che ho messo su...

Varianti per la discesa

05179

05279

Da sx: Roseg; Scerscen; Bernina; Cresta Guzza

05480

05579

05671

05771

05870

05971

06072

06147

06247

06347

06445

06544


Quella seraccata è stupenda da vedere!!!

Saranno 100/150 metri di caduta!

Vista dalla bocchetta 3000

004359

La bocchetta vista dall'altro lato: la discesa è molto ripida, praticamente senza traccia e su terreno per nulla stabile!!!

Nel cerchiolino c'è il rifugio Bignami

007352

Tutti incantati a fotografare il ghiacciaio di Fellaria

009352

010348

011325

012328

013329

014325

015327

016292

Al rifugio Bignami

018286

019284

020292

Ciao!

022242

Il Lago di Gera

024244

025243

026192

Cascate

028193

029193

030194

031157

032157

Alpeggio

034158

035155

036123

037124

038125

039125

La diga di Gera


E qui una panoramica fatta col drone

Comments (0)

Loli Back to the Top

Banner
Wherever you go, whatever you do... just smile!

Yuri Parimbelli: la Guida Alpina per la tua escursione!

Banner
Se vi serve una Guida Alpina contattate Yuri: è bravissimo!!! Visitate la sua pagina Facebook!

Insegnanti per il Nepal

Banner
Insegnanti per il Nepal: sostieni anche tu il progetto in ricordo di Roby!
VisitValBrembana
Banner
Sito dedicato alla promozione del territorio brembano, delle sue ricchezze e delle attività ricettive e di servizio della Valle

Il sito www.le mieorobie.com utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information