Ulti Clocks content
Statistiche
Salto Triplo
Il DVD delle Cascate del Serio
Banner
Alpe Editrice
Casa editrice specializzata in testi di montagna
Banner


Scheda sintetica

  • Punto di partenza e di arrivo: Passo della Presolana (1297 m)
  • Dislivello complessivo: circa 1400 m (sola salita)
  • Distanza percorsa: circa 13.5 km
  • Tempo impiegato: circa 2 ore e 30 minuti per la Presolana; circa 1 ora e 15 minuti per concatenare il Pizzo Corzene
  • Punti di appoggio: Rifugio Baita Cassinelli (1568 m); Bivacco Città di Clusone (2050 m)
  • Materiale consigliato: consigliato il caschetto nella parte alpinistica della salita; utili 30 m di mezza corda per assicurare le discese dei punti più tecnici
  • Difficoltà: F (sentiero fino alla Grotta dei Pagani, poi tratti di I e II grado fino in vetta)
  • Traccia GPS: download

 

Per questa escursione dobbiamo raggiungere il Passo della Presolana, a 1297 m. Posteggiamo l’auto sulla sinistra (venendo da Castione della Presolana), appena dopo una chiesetta. Li sopra parte una stradina sterrata, con le indicazioni per la Baita Cassinelli; segnavia 315 e 316. La seguiamo. Poco dopo la partenza, seguendo le indicazioni, lasciamo la stradina e proseguiamo sul sentiero, che in breve ci conduce alla Baita Cassinelli (1568 m). A questo punto dobbiamo dirigerci verso il Bivacco Città di Clusone e la vicina Cappella Savina; abbiamo due possibilità: possiamo seguire a destra il segnavia 315, oppure un’altra traccia a sinistra che risale la Valle dell’Ombra, entrambe opportunamente segnalate dalla segnaletica. Chi scrive ha fatto in salita la prima e in discesa la seconda. In ogni caso le due tracce si ricongiungono alla Cappella Savina (2085 m). Da li si prosegue sul sentiero che si addentra nelle ripide pietraie che scendono dalle pareti della montagna, sino a guadagnare, con un po’ di fatica, la Grotta dei Pagani (circa 2215 m). Ora è consigliabile indossare il caschetto: da qui in poi inizia la parte alpinistica della salita, per la quale raccomando di seguire attentamente i bolli rossi. Si salgono dapprima due balze a destra della grotta (I grado, un paio di fittoni), fino a raggiungere un terrazzino sotto ad una seconda grotta. Si piega quindi a sinistra e si sale un caminetto incassato (I grado), che ci deposita su un altro terrazzino. Proseguendo verso sinistra, raggiungiamo una paretina inizialmente piuttosto liscia, da risalire un po’ di “forza” aiutandosi con una catena (la parte superiore è più gradinata; in cima spit con anello). Ora ci troviamo esattamente sopra la Grotta dei Pagani e dobbiamo risalire una serie di balze piuttosto esposte, obliquando progressivamente a sinistra (alcuni fittoni). Raggiungiamo quindi un ampio cengione ascendente che obliqua anch’esso a sinistra e ci conduce alla base di una paretina da risalire sul suo lato sinistro (I grado). Oltre incontriamo una seconda paretina meno appigliata, di circa una decina di metri, da risalire anch’essa sul lato sinistro (II grado, fittone e spit). Oltre, proseguiamo in un canalone con frequenti zig-zag, senza particolari difficoltà, fino a raggiungere l’aerea cresta; ora, piegando a destra e seguendo la cresta, in breve raggiungiamo la vetta (2521 m). La discesa va fatta seguendo fedelmente il percorso dell’andata ed eventualmente aiutandosi con una corda, da assicurare negli ancoraggi presenti in loco, nei punti più impegnativi (io ho una mezza da 24 m e in alcuni punti era al limite, quindi direi che, se ci si porta una corda, da 30 m è meglio!). Una volta raggiunta la Grotta dei Pagani, ci abbassiamo per un tratto sul sentiero seguito all’andata, ma poi, se vogliamo concatenare il Pizzo di Corzene, al primo bivio giriamo decisamente a destra sul segnavia diretto al Passo di Pozzera (2126 m), una volta raggiunto il quale, possiamo velocemente salire al Pizzo di Corzene proseguendo sulla marcata traccia che risale la cresta con direzione sud e che senza difficoltà ci deposita in vetta (2196 m). Per il rientro, dobbiamo ripercorrere a ritroso la traccia dell’andata fino a sotto la Grotta dei Pagani, quindi raggiungere la Cappella Savina e da qui, o sulla traccia di destra che va nella Valle dell’Ombra o sulla traccia di sinistra che solca il versante sud della Presolana, raggiungere la Baita Cassinelli, da dove, in breve, faremo ritorno al Passo della Presolana e all’auto.

Un grazie a Ivano (qui il link al suo sito di fotografie) che è venuto con me per questa bellissima avventura!!!

Ecco qualche foto di questa escursione fatta al tramonto; non metterò una didascalia per ciascuna foto: molte ritraggono semplicemente la stessa inquadratura a pochi minuti di distanza, ma al tramonto è così: ogni minuto è magico e le sfumature cambiano in continuazione, sempre diverse e sempre più belle!


Il percorso

Con Ivano alla Baita Cassinelli: il cielo del tardo pomeriggio promette bene!!!

Un maestoso anfiteatro!

Verso la Grotta dei Pagani

Il caminetto sopra la seconda grotta

L'ambiente è severo!

In cima! Ora bisogna cercare i punti giusti per mettere i cavalletti e le macchine fotografiche!

Prima però un autoscatto io e Ivano in vetta!

Comincia lo spettacolo e il mio spirito si fonde con l'infinito...

01087

01178

A nord ci sono un po' di foschie che mi disturberanno parecchio con lo startrail

Le foschie a est si colorano di tinte sempre più calde!!!

A ovest invece sono più opache e smorte (il colle in primo piano è la zona del Monte Pora)

Lo sguardo si spinge sin verso il Rosa

Dietro l'Alben, le antenne del Linzone

Senza parole...

01860

01959

02064

Il Pizzo Tre Confini è uno spettacolo di contrasti!!!

02239

L'Adamello

Anche il Tornello risalta di contrasti

Ma il mio obiettivo è rapito da questa luce arancione che si riflette sulle nebbie basse, come fossero uno specchio, e rimbalza nel cielo

02622

Ivano è anche lui intento a scattare foto! Dietro a lui la sagoma dell'Arera e, più in fondo, il Resegone

Il sole sta per sparire...

Sunset doesn't last all evening; A mind can blow those clouds away; After all this my love is up; And must be leaving; It has not always; Been this grey; All things must pass, All things must pass away***

03022

03113

03212

Il sole è già sceso, ma questa luce continuerà a riverberare per almeno altri 20 minuti!!!

03412

Vorrei perdermi in quel giallo!!!

0364

Più a nord è tutto rosso!

Passione!

Il Rosa e il Cervino

Il Monviso

Calda passione!

Un autoscatto prima di scendere. comincia a fare buio!!!

L'ultima foto e poi scendiamo

Le luci della valle viste dal Pizzo Corzene

Sconsolato, guardo le velature...

E anche lo startrail fatto dal Corzene guardando verso la Presolana, che però non è venuto molto bello per via delle molte foschie presenti e della luna a metà della sua fase:

***George Harrison - All Things Must Pass

Comments (2)

Loli Back to the Top

Banner
Wherever you go, whatever you do... just smile!

Yuri Parimbelli: la Guida Alpina per la tua escursione!

Banner
Se vi serve una Guida Alpina contattate Yuri: è bravissimo!!! Visitate la sua pagina Facebook!

Insegnanti per il Nepal

Banner
Insegnanti per il Nepal: sostieni anche tu il progetto in ricordo di Roby!
VisitValBrembana
Banner
Sito dedicato alla promozione del territorio brembano, delle sue ricchezze e delle attività ricettive e di servizio della Valle

Il sito www.le mieorobie.com utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information