Ulti Clocks content
Statistiche
Salto Triplo
Il DVD delle Cascate del Serio
Banner
Alpe Editrice
Casa editrice specializzata in testi di montagna
Banner


Scheda sintetica

  • Punto di partenza e di arrivo: Villaggio La Pineta – Vistalli; Serina (circa 900 m)
  • Dislivello complessivo: circa 1400 m (sola salita)
  • Distanza percorsa: circa 13 km
  • Tempo impiegato: circa 3 ore per l’Alben; altri 50 minuti per la Cima La Croce; altre 2 ore per la discesa
  • Punti di appoggio: Bivacco Baita del Gioan al Passo La Forca (1848 m)
  • Materiale consigliato: normale da escursionismo
  • Difficoltà: EE (un tratto di creste sul Monte Alben dove bisogna usare mani)
  • Traccia GPS: download

 

Per questa escursione dobbiamo recarci a Serina e seguire le indicazioni per il Villaggio La Pineta del costruttore Vastalli; nella parte bassa del blocco di edifici troviamo diverse possibilità di parcheggio (circa 900 m). Sulla strada troviamo i bolli bianchi e rossi che segnalano il segnavia 502: li seguiamo. Questi ci conducono in un bosco, attraversando poco dopo la partenza una strada sterrata. Si prosegue quindi nel bosco, fino a incontrare un cartello: a sinistra per la “Casina Bianca”, a destra per il Passo del Sappli. Noi teniamo la destra e in breve raggiungiamo il passo (1492 m). Ora il sentiero si spiana e sale più dolce tra radure e boschetti. Dopo un po’, dalla destra, confluisce il Sentiero del Partigiano che arriva da Cornalba. Noi proseguiamo diritti sino a raggiungere le spianate pascolive poste nella conca a sud dell’Alben. Ignoriamo ora il segnavia 502 che, curvando a sinistra (nord), andrebbe a raggiungere il Passo La Forca ed andiamo invece ad intercettare una traccia bollata, ma non numerata, che risale con stretti zig-zag il canalone posto sotto al ripetitore che si trova sulla cresta sud dell'Alben, ben visibile dalla conca. Qui troviamo un crocicchio di vie, ben segnalate da una palina. Noi svoltiamo a sinistra (nord) e, seguendo i segnavia 525 e 530, in pochi minuti raggiungiamo la vetta dell’Alben (2019 m). Per la discesa, seguiamo invece il segnavia 501 che si stacca sulla destra (scendendo; ovest) dai 525/530 pochi metri sotto la vetta. In questo tratto è opportuno prestare attenzione perché la traccia è a volte un poco esposta e in alcuni punti obbliga ad utilizzare le mani per muoversi; caratteristico un passaggio sotto a un masso inclinato. Così facendo raggiungiamo il Passo La Forca (1850 m). Al passo, abbandoniamo il segnavia 501 che scende a destra (nord) e proseguiamo invece dritti sulla traccia bollata che, con direzione nord-est, raggiunge la Cima della Croce (1975 m). A questo punto seguiamo la traccia, recentemente ribollata e sistemata, che si abbassa nella direzione opposta a quella salita (cartello in legno con la scritta "maga"), raggiungendo lo sbocco di un canalone detritico. Qui, piegando decisamente a destra, scendiamo con un po’ di cautela il canalone, prestando attenzione ai bolli che segnalano il percorso migliore, sino a raggiungere un tratto in piano al termine del canalone. A questo punto la traccia si divide: ignoriamo la deviazione a destra, che ci porterebbe alla partenza delle piste da fondo di Oltre il Colle, e seguiamo invece la traccia a sinistra (cartello per il Pian della Palla). Seguiamo questa traccia, a tratti un po’ scomoda, sino a quando intercetta una mulattiera che sale verso sinistra. Seguiamo quindi la mulattiera fino a quando questa raggiunge un pascolo aperto con una grande baita; poco prima, sulla sinistra, si stacca un sentiero con le indicazioni per il Passo del Sapplì e la Casina Bianca. Seguiamo quindi tale sentiero che, passando dalla Casina Bianca del CAI di Treviglio, confluisce infine nel sentiero 502 che avevamo fatto all’andata che, seguito a ritroso, in breve ci ricondurrà al punto di partenza.

Ecco qualche foto di questo giretto:


Il percorso

Sul sentiero 502 verso il Passo del Sapplì

Superato il passo, il sentiero si addolcisce

Si procede con poca pendenza tra radure e boschi

Le baite sotto all'Alben; al centro della foto c'è il Passo La Forca; noi dobbiamo tenere la desta

Sul sentiero non numerato verso il ripetitore

La traccia di prima poi confluisce nei sentieri numerati verso la cima

Federica si mangia una mela in vetta!

Il panorama verso sud-ovest

Sul sentiero 501 verso il Passo La Forca

In qualche punto bisogna aiutarsi con le mani

Si passa anche sotto a un masso inclinato

Il sentiero verso la Cima della Croce (altri escursionisti in discesa)

Sulla Cima della Croce

Il canalone che bisogna scendere dalla Cima della Croce

Comments (0)

Loli Back to the Top

Banner
Wherever you go, whatever you do... just smile!

Yuri Parimbelli: la Guida Alpina per la tua escursione!

Banner
Se vi serve una Guida Alpina contattate Yuri: è bravissimo!!! Visitate la sua pagina Facebook!

Insegnanti per il Nepal

Banner
Insegnanti per il Nepal: sostieni anche tu il progetto in ricordo di Roby!
VisitValBrembana
Banner
Sito dedicato alla promozione del territorio brembano, delle sue ricchezze e delle attività ricettive e di servizio della Valle

Il sito www.le mieorobie.com utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information